Borse di studio

Riportiamo di seguito un estratto del bando di concorso stilato dall’E.R.SU. di Catania per quanto riguarda borse di studio, posti letto, etc.

In conformità alla Legge 2.12.1991 n. 390, al DPCM 9.4.2001, alla Legge Regionale 25.11.2002 n. 20, al D.Lgs 31.3.1998 n. 109 e successive modificazioni e integrazioni, al D.M. 3.11.1999 n. 509, alla Legge 21.12.1999 n. 508 e successive modificazioni, alla Legge Regionale 16.4.2003 n. 4, ai verbali dell’8.6.2004 e del 20.4.2007 della 1^ Sottocommissione Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, ai DD.MM. del 7.2.2007 e alla deliberazione del C.d.A. dell’Ente del 23.06.2007, l’ ERSU (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) di Catania bandisce per l’anno accademico 2007/2008 un concorso pubblico, riservato a studenti in possesso dei requisiti di reddito, di merito e di carriera universitaria previsti dal presente bando, per l’attribuzione di:

  1. borse di studio in denaro di importo variabile secondo le tipologie previste all’art. 8 del presente bando, per un ammontare complessivo di Euro 8.000.000,00.
    L’importo massimo della borsa, comprensiva di servizi, è di Euro 4.450,00 per gli studenti fuori sede, Euro 2.455,00 per gli studenti pendolari ed Euro 1.680,00, più un pasto giornaliero gratuito, per gli studenti in sede.

  2. n. 865 posti letto nelle residenze universitarie per studenti fuori sede, con la riserva di n. 10 posti per portatori di handicap con invalidità superiore al 65% che abbiano comunque i requisiti minimi previsti espressamente per la suddetta categoria dal presente bando.

  3. l’importo complessivo delle borse è suscettibile di essere aumentato in relazione alle ulteriori risorse acquisite dall’Ente successivamente al bando.

In effetti l’ammontare complessivo ha raggiunto i 9 milioni di euro, aumento che come effetto ha avuto l’erogazione di un maggior numero di borse.

Art. 8 – ENTITA’ BORSA DI STUDIO E MODALITA’ DI PAGAMENTO

L’ammontare della borsa di studio è definito in base alla diversa provenienza geografica dello studente e in funzione del valore del proprio ISEEU rispetto al valore limite di Euro 18.248,85 stabilito per l’accesso ai benefici.

Per l’a.a. 2007/2008 l’ammontare annuo della borsa di studio è così determinato:

Intervallo valore ISEE       fuori sede       pendolare      sede

 da 0 a  12.165,90                 1.950,00 +      1.855,00 +   1.680,00 +

                             p.l. (o rimborso alloggio   1 pasto          1 pasto

                                        max 1.300,00)

                                            +2 pasti

 da 12.165,91 a 18.248,85    1.250,00 +       1.235,00 +   1.120,00 +

                            p.l.(o rimborso alloggio)       1pasto         1pasto

                                         max  865,00)

                                            +2 pasti

La parte in denaro della borsa allo studente in sede e pendolare sarà corrisposta in due rate di pari importo.

La borsa allo studente fuori sede sarà corrisposta nel modo seguente:

– una quota corrispondente a Euro 1.300,00 tramite alloggio gratuito nelle residenze universitarie ovvero sotto forma di rimborso delle spese dell’alloggio, effettivamente sostenute e comunque nei limiti dell’importo massimo di Euro 1.300,00, nei pressi della sede del corso per un periodo compreso nell’a.a. 2007/2008 non inferiore a dieci mesi decorrenti da data successiva al 1°.10.2007

  Nel caso in cui la mancata assegnazione del posto letto dipenda da indisponibilità di posti, ai borsisti potrà essere concesso il rimborso delle spese di locazione secondo le modalità di seguito indicate e comunque fino alla concorrenza dell’importo massimo di Euro 1.300,00.

– quota residua in denaro in due rate di pari importo, oltre il rimborso delle spese di locazione in unica soluzione.

Dunque, ricapitolando, per uno studente fuori sede la borsa ammonta a 4.450 euro per  ISEE da 0 a  12.165,90 distribuiti come: 1.950 euro di borsa di studio + 1.300 euro di servizi abitativi + 2 pasti gratis.

Se la matematica non è un’opinione, per i pasti gratis vengono riservati ben 1.200 euro! Questo significa tuttavia che è il D.P.C.M. a dover subire una modifica alla quale il prossimo bando di concorso dell’E.R.S.U. potrà adattarsi.

A sua volta questo significa che il problema è di tipo ministeriale e non è legato nè alla città di Catania nè alla regione Sicilia: è un problema di tutti gli studenti universitari italiani!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: